Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Ambasciatore d’Italia in Brasile conclude la visita a RS a Caxias do Sul

Embaixador Caxias 1

L’Ambasciatore d’Italia in Brasile, Alessandro Cortese, ha concluso la sua prima visita ufficiale nel Rio Grande do Sul mercoledì 10 aprile a Caxias do Sul, dove ha incontrato autorità, membri del governo, imprenditori e rappresentanti della comunità italiana. Il ricevimento ha avuto luogo presso il CIC di Caxias, dove ha sede il Consolato onorario d’Italia a Caxias do Sul.

Accompagnato dal Console Generale d’Italia a Porto Alegre, Valerio Caruso, e dal Console Onorario a Caxias do Sul, Gelson Castellan, Cortese ha partecipato all’incontro “Business Italia-Brasile: Opportunità e Sfide” organizzato dal LIDE Business Leaders Group. Secondo l’Ambasciatore, il momento è propizio per l’espansione delle relazioni commerciali tra i Paesi. “Il 150° anniversario dell’immigrazione italiana è già un ottimo motivo per rafforzare le relazioni. Inoltre, il Brasile detiene la presidenza del G20, quindi si prevede che almeno 15 ministri italiani visiteranno il Paese quest’anno. Penso che qui ci siano grandi prospettive per le aziende italiane”, ha detto durante l’incontro con gli imprenditori.

Cortese ha visitato anche l’Università di Caxias do Sul (UCS), dove è stato accolto dal rettore Gelson Rech, che ha sottolineato le relazioni accademiche e lo scambio di studenti e professori che l’entità ha con sei istituzioni italiane e inoltre ha annunciato un accordo con l’Università di Siena.

Durante la visita all’università, Cortese ha partecipato a una breve intervista su UCS FM e ha visitato UCSGRAPHENE, il più grande impianto di grafene in America Latina installato da un’università. Prima di rientrare a Brasilia, il diplomatico ha pranzato con i rappresentanti della comunità italiana di Rio Grande do Sul.