Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Messaggio

 

Messaggio

E’ con immenso piacere professionale e personale ed anche con grande orgoglio e onore che dal 1° Agosto scorso ho assunto questo prestigioso incarico presso il Consolato Generale d’Italia in Porto Alegre, Capitale dello Stato di Rio Grande del Sul, uno Stato con forte presenza italiana e, probabilmente, lo Stato più italiano del Brasile, nel quale la solidarietà, la collaborazione e l’interscambio sociale e culturale tra comunità italiana e quella brasiliana, di antiche tradizioni, rappresentano un inestimabile patrimonio da preservare, da ampliare e, soprattutto da restituire integro alle future generazioni.

Le due Comunità convivono splendidamente a tutti i livelli su un territorio meraviglioso e la loro fruttuosa e proficua unione ed integrazione, grazie al profondo spirito di accoglienza, di apertura al prossimo, di disponibilità e laboriosità che le caratterizza, è stata da sempre profonda e estremamente vivace ed attiva, sia dal punto di vista politico, culturale, imprenditoriale e finanziario, ma anche, in particolare, da quello sociale ed umano.

Dopo quasi trent’anni dedicati alla Pubblica Amministrazione del nostro Paese, sono stato chiamato di nuovo a servirlo, questa volta oltreoceano, e il mio primario impegno sarà quello di profondere, come da sempre, in sintonia con le linee guida e gli obiettivi dell’Ambasciata d’Italia in Brasile e attraverso una proficua collaborazione anche con le Istituzioni pubbliche e private dello Stato di Rio Grande del Sul, ogni possibile sforzo affinché il Consolato Generale d’Italia in Porto Alegre rappresenti un sicuro punto di riferimento per ogni singolo cittadino italiano e per ogni singolo aspirante ad esserlo.

Mi impegnerò, inoltre, affinché questo Consolato possa svolgere il proprio ruolo ed offrire i propri servizi consolari in modo sempre più efficiente ed efficace e affinché possa rappresentare un’articolazione della rete diplomatico-consolare brasiliana che sia in grado di migliorare sempre più, se possibile, le già ottime relazioni con la Comunità Gaucha e le Autorità locali e, contestualmente, possa costituire un elemento di sempre maggior orgoglio e prestigio per l’Ambasciata d’Italia in Brasile, per l’Amministrazione della Farnesina in Roma e per il nostro amato Paese.

Sono consapevole del grande attaccamento e devozione che la comunità italiana di questo Stato nutre per l’Italia. Ho anche presente che ognuna delle varie immigrazioni regionali italiane in territorio gaucho nel corso della storia ha contribuito, ognuna con la propria identità, allo sviluppo del Rio Grande do Sul: un grande onore per l’Italia.

Così, oltre ad intensificare i legami già esistenti, portando l’Italia sempre più vicino ai Gaúchos, cercherò di consolidare le relazioni anche nei campi dell’imprenditoria, della cultura, dell’educazione, delle scienze, del turismo e dell’innovazione tecnologica, curando, con particolare attenzione, la comunicazione istituzionale in favore della comunità italo-brasiliana attraverso il Sito Istituzionale ed i canali Social Media Istituzionali del Consolato Generale, affinché la stessa risulti soprattutto utile, comprensibile e il più possibile completa.

Nella conduzione della mia azione amministrativa, fondata nel rispetto dei principi della vigente legislazione e inspirata esclusivamente all’interesse pubblico, mi impegnerò per creare condizioni affinché italiani e discendenti si sentano sempre più valorizzati ed assistiti.

Tutto questo rappresenterà una grande sfida, che ho volontariamente e consapevolmente accettato, ma per quanto ho affrontato nel passato nulla mi scoraggia per futuro.

Vorrei, infine, salutare e ringraziare tutti i miei collaboratori del Consolato Generale, per aver dimostrato, sin dai primissimi momenti e nonostante l’enorme carico di lavoro ed i relativi disagi, la massima disponibilità e serietà negli impegni, ma anche per la squisita cortesia, gentilezza e simpatia con la quale sono stato accolto. Sono personalmente convinto che tutti insieme faremo un ottimo lavoro.

Un cordialissimo saluto e ringraziamento, inoltre, per la gentilissima accoglienza al Presidente del Comitato degli Italiani all’Estero, al Presidente della Camera di Commercio, nonché ai Presidenti di tutte le Associazioni degli italiani presenti nello Stato, anche per aver immediatamente e spontaneamente offerto la propria disponibilità allo svolgimento congiunto e collaborativo, nel massimo rispetto dei rispettivi ruoli, dei compiti che ci aspettano.

Nel restare personalmente a disposizione di tutta la Comunità italiana e loro Rappresentanti ed Associazioni e delle Onorevoli Autorità locali ospitanti colgo l’occasione per inviare a tutti i miei più cordiali saluti.

                                                                          

Il Console Generale

                                                                          Roberto Bortot


12